Cala la domanda di SSD e con essa anche i prezzi attesi per i prossimi mesi

Cala la domanda di SSD e con essa anche i prezzi attesi per i prossimi mesi

 

 

TrendForce delinea uno scenario di prezzi in calo, per quanto non in percentuale così consistente, per il mercato degli SSD consumer. Stando al trend attuale, nel corso del terzo trimestre del 2022 i prezzi medi dovrebbero diminuire di una percentuale compresa tra il 3% e l’8%.

Questa contrazione attesa per i listini è giustificata da una domanda in calo da parte dei clienti, andamento che del resto abbiamo già avuto modo di vedere in corso negli ultimi mesi a controbilanciare le consistenti spese in adeguamento tecnologico e nuovi prodotti incontrate nel corso del 2020 e del 2021 durante i mesi di lockdown e pandemia.

Il calo atteso è previsto per le soluzioni SSD client, destinate cioè agli utenti finali tanto nel mercato retail come in quello dei sistemi desktop e notebook. Diversa dinamica è quella che attende le proposte SSD di tipo enterprise, per le quali invece i prezzi dovrebbero restare livellati dopo aver registrato un incremento compreso tra il 5% e il 10% nel corso del secondo trimestre 2022. Questo è segnale che conferma la domanda di soluzioni di storage veloci da parte del mercato enterprise, che si sta muovendo con dinamiche differenti rispetto a quello consumer in questa fase apparentemente post-pandemica.

ssd-pcie5-apacer_720.jpg

In calo atteso dell’8% la domanda di soluzioni NAND, nonostante a febbraio il mercato sia andato incontro a un serio problema produttivo legato a contaminazioni in due importanti fabbriche produttive in Giappone che ha avuto consistenti impatti sul volume di produzione complessivo. Una discesa prevista dei prezzi nonostante quanto avvenuto è segno di una domanda di mercato che rimane contenuta, più bassa delle previsioni.

Avremo sistemi più economici a partire dall’estate? Probabilmente si, quantomeno osservando il costo degli SSD. Gli effetti pratici saranno però contenuti, in quanto il costo di un SSD incide solo in misura marginale su quella di un intero sistema e le contrazioni dei prezzi, per quanto benvenute, saranno nel complesso ridotte.

 

Fonte Articolo