Intel Arc A770 convince in Quad HD, ma solo coi giochi moderni

Intel Arc A770 convince in Quad HD, ma solo coi giochi moderni

 

Dopo aver ospitato l’ingegnere Tom Petersen e Ryan Shrout di Intel per un’anteprima sulla Arc A770 Limited Edition, il canale Youtube Linus Tech Tips ha pubblicato un nuovo video dove viene mostrata in anteprima la Arc A770 standard; grazie a questo video è possibile avere una prima idea delle performance che è in grado di esprimere nei giochi a risoluzione Quad HD, così come le capacità di overclock. Come già riferito più volte in passato, la gamma Arc 7 di Intel è basata sul processore grafico ACM-G10: la versione più potente dotata di 32 Xe core e unità dedicate al ray tracing per un totale di 4096 ALU.

Per quanto riguarda le frequenze operative la A770 dovrebbe essere in grado di raggiungere i 2,5 GHz in boost, esprimendo così una potenza computazionale di 20 TFLOP in FP32. Trattandosi del modello di punta, la scheda dispone di 16GB di VRAM GDDR6 su un bus di 256-bit, mentre per quanto riguarda l’alimentazione è presente un connettore composto da 8+6 pin, in grado di fornire fino a 300W di potenza, anche se il TBP effettivo dovrebbe aggirarsi intorno ai di 250W. Durante le prove, la GPU è anche stata in grado di funzionare sotto i 190W.

Fonte: Linus Tech Tips
Intel Arc A770

Venendo alla parte più interessante, ovvero le prestazioni, il modello di punta Arc Alchemist dovrebbe posizionarsi tra la GeForce RTX 3060 Ti e la RTX 3070 di Nvidia, considerate anche le performance maggiori del 17% della A750 rispetto alla RTX 3060. Poiché è la prima volta che Intel si inserisce effettivamente come terzo concorrente nel mercato delle schede grafiche dedicate, il lavoro di ottimizzazione è stato concentrato principalmente sui titoli che fanno uso delle recenti API DX12 e Vulkan, mentre come annunciato da Tom Petersen, il team di sviluppo si occuperà successivamente anche dei giochi DX11 facendo in modo che abbiano prestazioni adeguate. La differenza fra le due versioni delle API Microsoft si nota da subito nelle prime prove, eseguite su due sistemi uguali equipaggiati con una CPU Core i9-12900KS, dove la GPU ha raggiunto i 40FPS in DX11 e gli 80FPS in DX12, il doppio rispetto la vecchia versione.

Su Cyberpunk 2077 e F1 2022 la Arc A770 è stata in grado di fornire prestazioni accettabili a 1440p, migliorate ulteriormente in modalità overclock (anche se in questo caso non sono state mostrate informazioni sugli FPS). Proprio su Cyberpunk 2077, impostando un profilo che aumentava le prestazioni della GPU del 20%, la scheda ha toccato i 2,5 GHz e una temperatura massima di 76°C. Quando il profilo è stato spinto fino al 30% di performance in più il gioco si è bloccato, il che è sicuramente dovuto a un limite hardware della scheda.

Ci si aspetta che Arc A770 abbia un prezzo di vendita inferiore ai 400$, mentre il lancio nei mercati mondiali dovrebbe finalmente avvenire entro la fine dell’estate. Intel ha ancora tanto lavoro da fare per migliorare le prestazioni dei titoli DX11, ma ha una buona base di partenza con cui poter insidiare l’attuale generazione di schede video della concorrenza, nonché attrarre nuovi utenti alla disperata ricerca di una GPU, nella speranza che i prezzi rimangano bassi.

Fonte Articolo