La GeForce GTX 1650 diventa la scheda video più popolare su Steam

La GeForce GTX 1650 diventa la scheda video più popolare su Steam
Come ogni mese, Valve ha distribuito il suo classico sondaggio inerente all’hardware e software posseduto dagli utenti di Steam, il quale permette di avere alcune indicazioni relative a quali processori, schede video e/o sistemi operativi siano più utilizzati dai videogiocatori. Ovviamente, i risultati sono puramente indicativi, in quanto le risposte vengono fornite su base volontaria e non comprendono, di conseguenza, l’intera platea di utenza di Steam.

Se diamo un’occhiata ai dati ottenuti dell’ultimo mese per quanto riguarda la classifica delle schede grafiche, possiamo notare che il posto più alto del podio è stato conquistato dalla NVIDIA GeForce GTX 1650, che ha registrato un guadagno dello 0,66% rispetto al mese precedente, mentre, nello stesso lasso di tempo, la GTX 1060 è scivolata al secondo posto con una perdita dell’1,85%.

Photo Credit: Steam/VideoCardz
NVIDIA GeForce GTX 1650 Steam

Ricordiamo che la GTX 1650, nonostante sia basata sull’architettura Turing, non offre unità RT core e Tensor core (come evidenziato anche dall’utilizzo della nomenclatura “GTX” e non “RTX”). La GPU TU117, che conta 896 CUDA core, 56 TMU e 32 ROP, era originariamente affiancata da 4GB di memorie GDDR5, ma successivamente è stata lanciata una variante con le più veloci GDDR6. Solitamente, la gamma GTX o RTX x60 è quella più popolare tra i videogiocatori, visto che mette sul tavolo un ottimo rapporto qualità/prezzo. Di conseguenza, in futuro è molto probabile che il primo posto verrà conquistato dalla RTX 2060.

Rimanendo in casa NVIDIA, ma parlando di prodotti di fascia alta, nella giornata di ieri vi abbiamo riferito di come l’attuale ammiraglia della famiglia Ada Lovelace, la RTX 4090, non sia solo un mostro in termini di performance pure, ma anche di efficienza energetica. Infatti, anche limitando il consumo energetico massimo la diminuzione di prestazioni in ambito gaming è molto contenuta. Per tutti i dettagli a riguardo, vi consigliamo di leggere il nostro precedente articolo dedicato.

 

Fonte Articolo