Sk Hynix mostra i nuovi moduli DDR5-6400 da 48 e 96 GB

Sk Hynix mostra i nuovi moduli DDR5-6400 da 48 e 96 GB

 

Con il debutto dei processori AMD e Intel, si avrà sempre più bisogno di moduli di memoria DDR5 ad alte prestazioni. SK Hynix, uno dei maggiori produttori al mondo, ha recentemente presentato una serie di moduli per i server di prossima generazione, tra cui RDIMM DDR5-5600 da 32GB, 64GB, 128GB e 256GB equipaggiati con circuiti integrati da 16Gb, nonché RDIMM DDR5-6700 e DDR5-5600 da 48GB e 96GB con circuiti integrati da 24Gb.

Indubbiamente, tagli da 24GB, 48GB e 96GB sono piuttosto strani, in quanto siamo normalmente abituati a ragionare secondo le potenze di due, ma presentano alcuni importanti vantaggi. Innanzitutto, i Cloud Service Providers possono abbinare con maggiore precisione la quantità di DRAM a una capacità specifica per core; inoltre, i circuiti integrati DDR5 da 24Gb possono essere prodotti con rendimenti sufficienti utilizzando tecnologie di processo all’avanguardia e, infine, i moduli supportano una velocità di trasferimento di 6400MT/s senza compromettere il rendimento.

Photo Credit: Tom’s Hardware
SK Hynix DDR5-6400

In particolare, i circuiti integrati DDR5 da 24Gb (3GB) di SK Hynix sono realizzati con una tecnologia di fabbricazione a 1nm che impiega sia la litografia Extreme UltraViolet (EUV) che quella Deep UltraViolet (DUV) per aumentare la densità senza sacrificare la resa. La RDIMM DDR5-6400 da 48GB di SK Hynix usa 20 dispositivi da 24Gb, mentre quello DDR5-6400 da 96Gb è costituito da 40 di questi circuiti integrati.

Kevin (Jongwon) Noh, Presidente e Chief Marketing Officer di SK Hynix, ha affermato:

In linea con il rilascio delle DDR5 da 24GB, SK Hynix si sta impegnando a fondo con una serie di clienti che forniscono servizi cloud. Continueremo a rafforzare la nostra leadership nel mercato in crescita delle DDR5 introducendo tecnologie avanzate e sviluppando prodotti con consapevolezza ESG.

Al momento non sappiamo quando saranno lanciati questi nuovi moduli e a che prezzo, ma saranno sicuramente pronti per quando saranno lanciate sul mercato le nuove piattaforme server di AMD e Intel.

Fonte Articolo