Trapelata la line-up completa di Intel Arc Alchemist

In attesa del CES 2022, evento durante il quale Intel dovrebbe svelare nuove informazioni inerenti alla sua gamma di schede grafiche dedicate Arc Alchemist, basate sull’architettura Xe, il canale YouTube Moore’s Law is Dead, come riportato dai colleghi di Wcctech, ha pubblicato un nuovo video nel quale presenta quella che dovrebbe essere la line up completa.

Photo Credit: Moore’s Law Is Dead
Intel Arc Alchemist leak

Il chip top di gamma con 512 EU (32 core Xe) dovrebbe essere commercializzato in tre diverse configurazioni. Il die completo presenterà 4.096 core, un bus a 256 bit con le memorie e sarà accoppiato a 16GB di GDDR6 da 16 a 18 Gb/s. Ecco le tre varianti nel dettaglio (tutte basate sul DG2-SOC1):

  • 512 EU (4096 ALU) / 16 GB fino a 18 Gb/s / 256-bit / 225W (Desktop) & 120-150W (Laptop)
  • 384 EU (3072 ALU) / 12 GB fino a 16 Gb/s / 192-bit / 150-200W (Desktop) & 80-120W (Laptop)
  • 256 EU (2048 ALU) / 8 GB fino a 16 Gb/s / 128-bit / 60-80W (Laptop)

Il chip dovrebbe avere le dimensioni di 396mm² e sfrutterà il package BGA-2660. Per quanto riguarda il clock, la GPU dovrebbe girare sui 2,2-2,5 GHz, sebbene non sappiamo se queste velocità si riferiscano ad una media o al Boost Clock. Assumendo che si tratti della frequenza massima, possiamo aspettarci fino a 18.5 TFLOP FP32, circa il 40% in più rispetto alla Radeon RX 6700 XT, ma inferiore del 9% nei confronti della GeForce RTX 3070.

Parlando della concorrenza, la variante da 512 EU dovrebbe andare a competere con la RTX 3070/RTX 3070 Ti e quella da 384 EU con la RTX 3060/RTX 3060 Ti su desktop. Per ciò che concerne il mercato mobile, il modello da 512 EU dovrebbe essere abbastanza veloce da vedersela con la RTX 3080, quello da 384 EU con la RTX 3070 e, infine, quello da 256 EU con la RTX 3060. C’è stato anche un aggiornamento inerente al TDP, prima atteso intorno ai 225-250W, ma ora portato a 275W.

Il chip con 128 EU (8 core Xe), che punta alla fascia medio-bassa del mercato, dovrebbe anch’esso essere distribuito in tre configurazioni:

  • 128 EU (1024 ALU) / 6 GB fino a 16 Gb/s / 96-bit / ~75W (Desktop)
  • 128 EU (1024 ALU) / 4 GB fino a 16 Gb/s / 64-bit / 35-30W (Laptop)
  • 96 EU (768 ALU) / 4 GB fino a 16 Gb/s / 64-bit / ~35W (Laptop)

Le prestazioni massime dovrebbero aggirarsi nel range della GeForce GTX 1650 e GTX 1650 Super, ma con il supporto agli effetti in ray tracing.

Photo Credit: Wccftech
Intel Arc Alchemist Leak

Ricordiamo che l’architettura Xe-HPD DG2 non sarà solo utilizzata per GPU desktop e mobile, ma verrà anche impiegata in prodotti per workstation. Sarà interessante vedere quali saranno i prezzi finali e, soprattutto, se le schede potranno contare su una buona disponibilità al momento del lancio. Ovviamente, ricordiamo che queste informazioni vanno considerate per ora come semplici rumor.

Fonte Articolo